Dopo la presentazione della nuova programmazione e l’inaugurazione della sede di Grottaminarda, il Gal Irpinia entra nella fase operativa con la presentazione dei bandi a valere sul Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 che saranno pubblicati a brevissimo e che rappresentano la mission del Gal per i prossimi anni.

Giovedì, 28 febbraio, con inizio alle ore 18.00, ad Ariano Irpino, presso il Museo Civico e della Ceramica (Palazzo Forte – via D’Afflitto) ci sarà un incontro nel corso del quale le opportunità, le caratteristiche dei bandi, tempi e modalità saranno illustrati per poter avere una panoramica esaustiva delle attività che il Gruppo di Azione Locale guidato da Giovanni Maria Chieffo porterà avanti.

All’incontro di giovedì, dopo i saluti di Domenico Gambacorta, sindaco di Ariano Irpino, e di Carmine Famiglietti, presidente Comunità Montana Ufita, ci sarà l’introduzione di Giovanni Maria Chieffo, presidente del Gal Irpinia. A seguire la presentazione dei bandi a cura di Nicola Giordano, responsabile del settore di Coordinamento del Gal Irpinia, e di Renato Borriello, responsabile del settore Tecnico del Gal Irpinia. Intervengono Mario Grasso, direttore CIA Campania, e Salvatore Loffreda, direttore Coldiretti Campania. Le conclusioni saranno affidate a Maurizio Petracca, presidente Commissione Agricoltura della Regione Campania.

«L’incontro di sabato – dichiara Carmine Famiglietti, presidente della Comunità Montana Ufita – ha un grande rilievo perché appuntamento operativo, che va sul terreno della concretezza per illustrare ad amministratori e privati le opportunità contenute nei bandi che come Gal Irpinia a breve pubblicheremo. Sono opportunità concrete, non illusorie, perché i bandi previsti sono la riproposizione di quelli già pubblicati negli ultimi anni da parte della Regione nell’ambito del Psr 2014/2020. E contengono possibilità di finanziamento interessanti soprattutto sul fronte dei nuovi insediamenti o dell’ammodernamento di aziende già esistenti oppure per la sistemazione di strade rurali o la rifunzionalizzazione di borghi. E’ un altro tassello che va nella direzione della trasformazione del territorio, provando ad incidere sul nostro tessuto produttivo attraverso la ruralità, intesa nella sua accezione più ampio, in una porzione d’Irpinia naturalmente vocata a queste attività».

«Non è un caso, ovviamente – continua il presidente Famiglietti – che avviamo questa fase di illustrazione delle misure proprio da Ariano Irpino che è il centro più grande ricadente nel nostro Gal ed è riferimento territoriale per tutta quest’area.  Ringrazio, perciò, tutti i sindaci, sia quelli dei Comuni ricadenti nella Comunità Montana Ufita che quelli esterni al perimetro della stessa, per aver creduto in questa iniziativa e per continuare a credere nella prospettiva che il Gal può offrire al territorio. Lungo questo solco l’appuntamento di sabato rappresenta perciò una tappa fondamentale nel percorso di sensibilizzazione e di ascolto del territorio. E’ nostro obiettivo quello di arrivare ad un numero elevato di persone perché davvero l’occasione dei finanziamenti che il Gal può erogare sia colta in pieno e al meglio».

«Siamo molto fiduciosi – cosi conclude Famiglietti – Il territorio è pronto per questa sfida. Naturalmente non dimentichiamo quella che è la prospettiva tracciata in occasione dell’incontro di presentazione della strategia che si è tenuto a Grottaminarda nel dicembre scorso: lavoriamo alla creazione di un distretto rurale che potrà rappresentare lo strumento più utile per poter mettere a sistema tutto quanto realizzato negli ultimi anni e consacrare la vocazione rurale come linea di sviluppo di questo splendido territorio».